Faccette dentali rischi


L’importanza di un sorriso perfetto non la si scopre certo oggi: che sia la pubblicità dilagante, o il semplice apprezzamento di chi si incontra tutti i giorno, poter sorridere pienamente, in libertà, è qualcosa che, nella sua semplicità, può rendere la vita migliore.

Tante volte, però, l’aspetto della propria dentatura limita questo gesto così naturale, provocando imbarazzo e trattenendo la spontaneità di una risata liberatoria.

Da qualche tempo, una delle soluzioni più apprezzate da chi soffre di questo tipo di problemi sono le cosiddette faccette dentali, ovvero delle sottilissime protesi speciali, realizzate in ceramica o porcellana, che vengono applicate direttamente sui singoli denti così da nasconderne i difetti estetici e consentire di apparire esteticamente impeccabili.

Prima di procedere a un intervento di questo tipo, però, è bene sapere che, come tutti gli interventi, per quanto possano essere semplici, anche l’applicazione delle faccette dentali non è esente da rischi.

Fondamentale, per esempio, anche se non si tratta di un vero e proprio “rischio”, è sapere che l’intervento è irreversibile: per applicare le faccette, infatti, la superficie dello smalto del dente deve essere limata e levigata per uno spessore pari a quello della faccetta che si applicherà sopra. In questo modo, anche a livello di sensazione, il paziente non noterà cambiamenti e scomodi “spessori”, per quanto minimi.

Di contro, la superficie naturale della dentatura risulterà compromessa e, quindi, necessiterà sempre di una faccetta che la copra. Va detto anche, comunque, che l’intervento di limatura, per quanto esteticamente impattante sull’aspetto della dentatura naturale, non è invasivo e non compromette la solidità del dente e la sua salute.

I migliori esperti in materia , NON limano i denti come si può leggere sul sito : http://dentalarte.it/faccette-dentali.php

faccette dentali senza limatura

Le faccette, inoltre, per quanto resistenti, possono rompersi o scalfirsi. Con quelle in ceramica o porcellana il rischio è più basso e la resistenza maggiore; con quelle in resina, invece, può capitare con più frequenza. In questo caso, sarà necessario rivolgersi nuovamente al dentista per un aggiustamento della faccetta o, se è il caso, per una sua sostituzione.

Il consiglio è quello di evitare di addentare cibi troppo duri come caramelle dure, torrone o cubetti di ghiaccio. Sarebbe meglio anche evitare di mangiarsi le unghie e mordicchiare penne e matite.

Maggiori rischi di rotture ci sono per chi soffre di bruxismo: in questo caso è doveroso avvertire il dentista che procede al trattamento e prevedere l’utilizzo di un bite per evitare di rovinare eccessivamente le faccette. Ci sono medici che sconsigliano proprio di sottoporsi all’intervento per chi soffre di bruxismo, perché diventerebbe quasi inevitabile sottoporsi a un nuovo trattamento dopo 5 – 10 anni per preservare l’integrità delle faccette.

Per quanto riguarda la manutenzione, non ci sono particolari accorgimenti da prendere: la pulizia quotidiana rimane quella che si farebbe anche con una dentatura “normale”, compreso il passaggio del filo interdentale.

Per preservare l’impatto estetico, ma non solo, è consigliabile non fumare, perché la nicotina potrebbe macchiare le faccette e intaccare anche i sottostanti denti naturali.